Home / Guida Forex / Come fare trading sul forex seguendo il trend

Come fare trading sul forex seguendo il trend

Per guadagnare con il forex la maggior parte dei trader ha come obbiettivo primario di individuare i trend di mercato e “cavalcarli” fino a che non si esauriscono. Questo è sicuramente il metodo migliore per guadagnare soldi con il forex, ma che cosa è un trend, come individuarlo?

Riconoscere il trend rappresenta un punto per un trader; per capire il trend bisogna sapere che questo è generato dallo spostamento di più onde. Un trend rialzista avrà dunque necessariamente delle onde ribassiste al suo interno mentre un trend ribassista avrà necessariamente delle onde rialziste al suo interno. Per questo motivo, oltre ad essere in grado di individuare il trend è necessario saper individuare le onde in esso presenti.

Molto spesso accade infatti che un trader entrato in acquisto in un trend rialzista scelga di chiudere le sue operazioni per via di un’onda momentanea ribassista che gli sta causano perdite, per accorgersi solo successivamente che se avesse continuato con le operazioni in perdita avrebbe chiuso in profitto.
Compito del trader sarà dunque quello di riconoscere i trend (che andrà sempre seguito), le onde che lo compongono e chiudere le operazioni in perdita soltanto quando c’è la prova che il trend in essere sia effettivamente cambiato.

Tipologie di trend

Convinzioni di molti è che il mercato offra solo due trend: quello rialzista e quello ribassista.

E’ invece da sottolineare come ne sia presente un terzo, quello laterale. Il trend laterale si presta alle operazioni di hedging.

Struttura del trend

Immaginiamo uno schema del trend e con le relative onde che a loro volta generano supporti e resistenze. La resistenza è un livello che il prezzo farà fatica a superare al rialzo. E’ possibile mettere un take profit proprio sotto tale valore; nel caso in cui il prezzo dovesse continuare a salire sopra questo valore (confermando il trend rialzista) ci sarà un segnale di nuovi acquisti.
Il supporto è invece un livello che il prezzo farà fatica a superare, al ribasso.

IMPARA A FARE TRADING CON SUCCESSO

Per te una serie di EBOOK GRATUITI per migliorare il tuo trading.
Accedi alla sezione dedicata e scarica immediatamente le tue guide!

Solitamente si è soliti mettere un take profit sopra questo valore e nel caso in cui il prezzo dovesse continuare a scendere (confermando il trend ribassista) questo sarà un segnale di nuove vendite.
Prenderemo dunque le resistenze in considerazione quando ci troveremo in un trend rialzista, mentre i supporti quando ci troveremo in un trend ribassista.

Schema di un trend rialzista: i numeri indicano le onde presenti nel trend, le linee gialle rappresentano le resistenze create dai massimi delle onde precedenti.

Schema di un trend ribassista: i numeri indicano le onde presenti nel trend, le linee gialle rappresentano i supporti creati dai minimi delle onde precedenti.

Una volta superata la resistenza data dal massimo dell’onda precedente, il prezzo continua a salire fino ad un dato punto per poi riscendere. In alcuni casi potrebbe scendere sotto la precedente resistenza dando l’illusione che qualcosa stia andando storto: questo movimento è naturale e non indica che il trend sia cambiato.

Un’eventuale operazione in acquisto non andrebbe dunque chiusa. Lo stesso discorso vale per i trend ribassisti, dove dopo un minimo, il prezzo potrebbe salire superando il supporto generato dal minimo dell’onda precedente.

La trend line

Per tracciare una trend line occorre usare lo strumento di tracciamento che è presente in ogni grafico adatto allo scopo. Per individuare un trend rialzista basterà tracciare una linea diagonale unendo i punti minimi di almeno due onde, mentre per un trend ribassista occorrerà tracciare una linea che unisca i massimi di almeno due onde.

Ricordiamo nuovamente che uno stop loss va posizionato appena sotto la trend line stessa, in quanto una rottura al ribasso della linea tracciata comporta un elevato rischio di un effettivo cambio tendenza.

Una vera e propria rottura della trend line sarà accertata soltanto con la chiusura di almeno due candele al di sotto della linea se il trend è rialzista, al di sopra se il trend è ribassista.

Le accelerazioni dei trend

Un trend in atto può talvolta subire un’accelerazione. Un trend sostenibile è riconoscibile da una trend line che crea un angolo di circa 30 gradi. Nei casi in cui l’accelerazione assuma un angolazione troppo elevata c’è da aspettarsi un brusco taglio della trend line stessa, che tenderà a ricongiungersi con le trend line che formano un angolazione più moderata.

Conclusione

E’ consigliato fare molta pratica su dei grafici tracciando linee per assumere la necessaria competenza. Non sempre infatti ai neofiti risulta semplice comprendere i punti funzionali al tracciamento delle trend line.


Consigliato

Scopri i segreti del trading, impara le tecniche e le strategie più utilizzate.
Scarica GRATIS le tue guide al trading

ebook  trading

About Redazione

L'amministratore e proprietario del portale www.solo-forex.com e del Network di Dove Investire è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Fare trading in modo facile sul Forex. Le migliori soluzioni

E' possibile fare trading in modo facile sul forex? La risposta è NO, ma ci sono numerosi strumenti che possono aiutare le persone a guadagnare sul forex. Scopriamo quali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.