Home / Scuola Forex / Lezione Forex per Principianti

Lezione Forex per Principianti

forex-principianti

Ogni giorno nel nostro portale parliamo di forex, con guide, strategie e consigli per investire al meglio il proprio denaro. Per dare la possibilità a chi è agli inizi di poter apprendere le basi del forex, abbiamo deciso di dedicare una pagina ai trader principianti, in quanto è indispensabile saperne di più sulle coppie di valute, sul funzionamento del mercato Forex e sull’analisi dei mercati. Buona lettura.

Indice argomenti:

Cos’è il Forex?

Il Forex, o Foreign Exchange (FX) è il trading di una valuta per un’altra, principalmente allo scopo di ottenere un profitto.

Coppie di valute e tasso di cambio

Le valute si scambiano in coppia. Il tasso di cambio di una coppia di valute equivale all’importo di una valuta di quotazione che è possibile acquistare per un’unità di valuta di base.

La coppia di valuta con la maggiore attività di trading, ad esempio, è l’EUR/USD. Quando esamini il tasso di cambio dell’EUR/USD quello che ti interessa sapere è quanti dollari (valuta di quotazione) puoi acquistare per un euro (valuta di base). Se dunque il tasso di cambio dell’EUR/USD è 1,1235, per ogni euro che spendi avrai 1,1235 dollari.

Se il tasso di cambio è in aumento, la valuta di quotazione si sta rafforzando a spese della valuta di base. Se il tasso di cambio è in calo, la valuta di base si sta rafforzando a rispetto alla valuta di quotazione.

Il mercato Forex

Grazie ai quasi 5 trilioni di dollari scambiati ogni giorno, il mercato Forex è il più liquido al mondo. Di base, tale liquidità vuol dire che è possibile acquistare praticamente tutte le coppie di valuta che vuoi quando vuoi nella fase di apertura dei mercati.

Uno dei principali fattori a determinare il trading Forex sono gli orari di apertura: il mercato Forex è aperto 24 ore al giorno, 5 giorni a settimana. La sua natura globale (il trading ha inizio in Nuova Zelanda e prosegue poi in Australia, Asia, Europa e Stati Uniti) consente di fare trading su ogni valuta dal lunedì al venerdì, di giorno e di notte.

Cosa influenza il mercato Forex

I tassi di cambio sul mercato Forex sono influenzati da vari fattori, tra cui la stabilità politica ed economica dei Paesi coinvolti e le loro politiche monetarie. Dato però che le transazioni nel Forex sono immediate, il fattore che più di tutti influenza il prezzo di mercato è la speculazione.

Se i trader speculano a causa di un certo motivo o di un evento, una valuta si indebolirà o rafforzerà. Facendo trading, ne modificheranno il prezzo, alterando i valori di domanda e offerta su quel determinato mercato. Maggiore è il numero di persone convinte che un certo evento si verificherà, maggiore sarà l’effetto che otterranno sui prezzi di mercato.

Cosa faccio per fare trading Forex?

Nel Forex hai sempre a che vedere con una coppia di valute (in altre parole, acquisti o vendi una valuta per un’altra). Se, ad esempio, sei convinto che il pound britannico (GBP) si rafforzerà rispetto al dollaro americano (USD), allora devi acquistare la coppia di valute GBP/USD. Se sei convinto del contrario (che sarà il dollaro americano a rafforzarsi), allora dovrai vendere la coppia.

In questo modo puoi sempre prendere una posizione sulla direzione che, a tuo parere, assumerà il mercato al fine di avere maggiori opportunità di trading.

Trading sul Forex

Quello delle valute è il mercato più liquido al mondo. Nessun altro mercato, infatti, regge il confronto con gli incredibili volumi scambiati su questo mercato. Secondo le stime, il trading di valute muove circa 5 trilioni di dollari al giorno, un dato che supera di gran lunga quello di tutte le borse mondiali.

Le basi del trading sul Forex

Il trading di coppie di valute consiste nell’acquisto di una valuta e nella vendita di un’altra allo stesso tempo.

Esempio: l’EUR/USD è una delle coppie di valute più scambiate. EUR è il simboli dell’euro, mentre USD è il simboli del dollaro statunitense. Nella coppia di valute appena indicata l’euro è considerata la valuta di base, mentre il dollaro è la valuta di quotazione.

Nonostante si riferisca a due singole valute, il rapporto è considerato un’unica unità. In altre parole, quello su cui si fa trading è la coppia di valute, e non l’EUR o l’USD.

Cerchiamo di chiarire ulteriormente questo esempio basilare aggiungendo qualche numero. Supponiamo che l’EUR/USD venga scambiato a quota 1,12534, ovvero che 1 euro valga 1,125 dollari. In altre parole, l’euro è più forte del dollaro, o servono più dollari per acquistare un euro.

Termini di base nel mondo del Forex

Coppie di valute “Major”

Nelle sue operazioni di ogni giorno, il trader ha spesso a che fare con sei principali coppie di valute, dette “Major”. Si tratta di GBP/USD, USD/CHF, USD/JPY, USD/CAD, AUD/USD e EUR/USD. Sono queste le coppie di valute più scambiate al mondo, per cui è probabile che la volatilità sia maggiore.

Coppie di valute “Minor”

In contrasto, le coppie Minor sono coppie scambiate con frequenza minore. Sono meno liquide delle coppie Major, e spesso gli spread proposti sono più alti. In genere si considerano coppie Minor tutte le coppie che non rientrano nell’elenco delle sei Major.

Coso sono i CFD

Il CFD, o Contratto per differenza, è uno strumento finanziario simile a un indice o a una quota azionaria che consente di negoziare un indice, una quota azionaria o una commodity senza possedere effettivamente l’asset sottostante stesso.

Il prezzo del CFD è il prezzo dell’asset sottostante (sia esso una quota azionaria, un indice o un future). Se il prezzo dell’asset sottostante sale, lo farà anche il prezzo del CFD. Una differenza fondamentale rispetto alle negoziazioni fisiche è che non vi sono commissioni di scambio e molte delle inefficienze che si verificano nel trading in borsa delle quote azionarie sottostanti sono eliminate. Inoltre i CFD consentono di sfruttare il potere della leva finanziaria che generalmente non è disponibile per i prodotti azionari. Di conseguenza, la popolarità dei CFD è aumentata drasticamente negli ultimi anni.

I Contratti per differenza (CFD) sono negoziati con margine, utilizzando la leva per incrementare al massimo il capitale di trading. Offriamo una leva di almeno 20 volte sul tuo capitale investito. Nessuna commissione né tassa– in questo modo il tuo profitto resterà nelle tue mani. Puoi comprare o vendere il contratto per trarre profitto dai mercati in ribasso o in rialzo.

Un singolo conto ti permette di accedere a indici azionari, petrolio, oro, argento e, naturalmente, a un’ampia gamma di coppie di valute forex. Puoi utilizzare subito i guadagni derivanti da una negoziazione per aprire nuove posizioni in altri mercati oppure per diversificare i tuoi investimenti in un gran numero di mercati diversi.

Come fare trading su un indice?

Nonostante gli indici siano quotati diversamente rispetto alle azioni ordinarie o alle quote azionarie, essi stessi quando vengono negoziati hanno “Bid” (offerta) e “Ask” (domanda). Gli indici consentono di fare trading come un Contratto Per Differenza (CFD) e sono considerati strumenti di trading con CFD online.

Esempio: L’indice FTSE 100 è attualmente quotato 6.320,50 e Ava valuta uno spread di £6.319,50 (Vendita) – £6.322,00 (Acquisto) sul FTSE.

Il prezzo di acquisto di 1 CFD è £6322,00. Ava fornisce una leva di 20:1, perciò invece di dover spendere £6.322,00 del tuo denaro per comprare un indice FTSE 100 reale puoi comprare un FTSE 100 CFD con £300 e il resto ti viene fornito come leva. In questo modo con £6.322 puoi comprare 20 FTSE 100 CFD invece di un solo indice.

Il trading sulle azioni

Prima di iniziare ad approfondire, è importante sottolineare che nel trading azionario tradizionale si acquistano frazioni di un’azienda, per quanto piccola. Maggiore è il numero di azioni, maggiore sarà la propria “fetta” di azienda. Esistono migliaia di azioni per le aziende quotate in borsa, e molte sono inserite o tolte dai listini ogni giorno.

Il valore di un’azione dipende da un’ampia gamma di fattori: i fondamentali dell’azienda, le problematiche geopolitiche, l’inflazione, la disoccupazione, la tassazione e tanti altri ancora. Tutti questi fattori concorrono, e spesso viaggiano in direzioni diverse, per determinare il prezzo delle azioni di un’azienda.
I principali fattori a decidere il prezzo delle azioni, tuttavia, sono speculazione e percezione. Più persone credono che il prezzo di un’azione salirà o scenderà, più è probabile che spingano di fatto quel prezzo ad aumentare o a scendere.

Perché il Trading di CFD è più Semplice

Facendo trading di CFD su azioni come Google, Coca Cola, Apple o Barclays non acquisti parti di un’azienda; firmi invece un contratto (CFD) con il broker, che stabilisce che ti verrà pagata o sottratta la differenza di prezzo tra il prezzo d’entrata e il prezzo d’uscita dell’operazione. I prezzi cambiano di continuo, ma i trader possono sempre approfittare di queste fluttuazioni, anche in un mercato al ribasso.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

Sei in cerca di una guida completa al trading? Questo è l'ebook che fa per te!
Inizia nel modo giusto fare trading! Scarica l'ebook Gratis!

Dato che non prendi possesso dell’asset su cui fai trading la leva è di 20:1: con un piccolo investimento, cioè, puoi fare trading su volumi di azioni molto maggiori. Non va dimenticato che il trading di CFD sulle azioni ha anche dei contro, e si consiglia di fare trading comunque in modo responsabile.

La Piattaforma è Fondamentale

Uno degli aspetti più importanti del trading di azioni è la piattaforma di trading utilizzata. Ogni broker forex mette a disposizione una serie di piattaforme di trading per soddisfare tutte le esigenze dei propri clienti.

Una delle piattaforme forex più conosciute è sicuramente la MetaTrader. Disponibile sulla maggior parte dei broker forex, è tra le più solide, potenti e innovative sul mercato. Potrai usare vari grafici, funzionalità di gestione e altre funzioni per migliorare notevolmente la tua esperienza di trading complessiva.

Il Copy Trading

Il copy trading permette a tutti i trader di cogliere le opportunità che si presentano ogni giorno sui mercati finanziari facendo affidamento sull’esperienza, le capacità e la saggezza dei trader della community.

Con il copy trading anche i trader che non hanno tempo di stare davanti al computer e condurre ricerche sui mercati possono ottenere dei profitti facendo affidamento sui migliori di ogni asset class.

I vantaggi del copy trading

Il vantaggio principale del copy trading è che qualunque trader, a prescindere dal proprio livello di conoscenza dei mercati finanziari, può investire diverse quote seguendo semplicemente i trader di maggior successo, pur mantenendo sempre il controllo del proprio portafoglio.

I vantaggi del copy trading sono però molteplici:

  • I trader principianti possono approfittare delle opportunità di mercato, imparando strada facendo
  • I trader esperti possono risparmiare tempo di analisi e ricerca, copiando trader con strategie e profili di rischio simili
  • È possibile diversificare il proprio portafoglio di “trader” e, di conseguenza, diversificare anche gli asset su cui si opera, tra cui forex, materie prime, azioni, indici e molto ancora
  • Offre una dimensione social ad un’attività storicamente individuale e personale, con la possibilità di condividere opinioni, strategie, soluzioni ed esperienze su forum e sulla piattaforma di copy trading in maniera del tutto gratuita
  • I trader mantengono il controllo sul proprio portafoglio e sul proprio denaro.

Gestione del rischio: Ricorda che è opportuno mantenere il controllo del proprio portafoglio e che è sempre possibile interrompere la copia di un investitore o di un certo investimento.

Le differenze tra copy trading, mirror trading e social trading

Il mirror trading è una forma di investimento che esiste da decenni ed offre la possibilità di copiare le operazioni di altre persone con una maggior flessibilità, ovvero in modalità automatica, semi automatica o manuale.

Grazie al copy trading è possibile seguire in tempo reale i trader a miglior performance e cercare i trader che più si adattano al proprio profilo di rischio che operano nei mercati di maggior interesse. Il social trading aggiunge invece una dimensione più social, permettendo di seguire, copiare e ascoltare le opinioni di altri trader proprio come sui più comuni social al fine di realizzare un portafoglio di trading che fa leva sulle conoscenze e l’esperienza delle masse.

Il trading in modalità Demo

I mercati finanziari attraggono ogni giorno nuovi trader, alcuni vi rimangono per qualche anno e altri invece effettuano un’operazione di trading a breve termine guadagnando molto e poi smettono. Comune a tutti i nuovi trader è una comprensibile esitazione, mista a preoccupazione di perdere denaro.

Se è vero che ogni tipo di trading presenta dei rischi, è altrettanto vero che i broker offrono diversi strumenti a supporto dei trader principianti per sviluppare competenze e metodi. Uno di questi è il “paper trading”, conosciuto al pubblico italiano come “trading simulato”, anche se il termine non è così comune. Con questi termini ci si riferisce più in generale a quello che i trader online conoscono come conti demo o di prova.

I conti demo sono ampiamente diffusi tra i trader principianti che desiderano fare pratica e imparare a fare trading prima di operare con denaro reale. Tra gli utenti dei conti demo troviamo anche trader più esperti, che scelgono di aprire conti demo per testare nuove strategie o far pratica con nuovi canali di trading. In questo modo i trader possono imparare a conoscere il mercato, ma, cosa ancor più importante, possono imparare a conoscere se stessi come trader.

Inutile sottolineare che questo è uno strumento di indubbia utilità nel mondo del trading. Il termine “paper trading” deriva dalla borsa, dove gli investitori che volevano far pratica scrivevano i propri investimenti su un foglio, andando poi a seguire i movimenti di mercato.

Un conto demo consente ai trader alle prime armi di provare a fare trading con un conto che sembra in tutto e per tutto un conto di trading online reale, come quelli usati dai trader. Gli utenti dei conti demo ricevono un importo di denaro virtuale per iniziare e possono fare trading acquistando e vendendo posizioni. Come per i conti reali, i conti demo riportano i movimenti di mercato a video, per consentire ai trader di decidere se mantenere la posizione o liquidarla. Alla fine della giornata sarà quindi possibile valutare le azioni intraprese, imparare da esse e prepararsi a fare trading su un conto reale.

Per gli utenti di conti demo è importante non solo fare pratica, ma anche poter analizzare retrospettivamente le proprie azioni e imparare da esse, soprattutto prima di avventurarsi nel trading su un conto reale. Si tratta di qualcosa di importante anche per i trader più esperti, che magari vogliono esercitarsi in un ambiente di trading simulato per qualsiasi ragione, come ad esempio verificare alla fine della giornata se le operazioni che si desidera effettuare siano vantaggiose come sperato.

Detto ciò, alcuni conti demo non usano informazioni aggiornate in tempo reale, ma operano con un ritardo di 15-20 minuti, per non consentire alla concorrenza di utilizzare i dati. Altri utilizzano dati fittizi, ma l’obiettivo di base rimane il medesimo, ovverosia consentire ai trader di essere pronti per operare sul mercato del forex.

Vantaggi e svantaggi del conto demo

Vi sono alcuni rischi nel fare forex simulato che bisogna non sottovalutare. Alcune persone sconsigliano di iniziare a fare trading con un conto di prova per diverse ragioni. A dir loro, il principale motivo per non fare trading simulato è il senso di euforia che causa. Dal momento che non si utilizza denaro reale, i trader possono assumersi rischi che normalmente non sarebbero disposti a prendere, accrescendo così i guadagni.

Le perdite, viceversa, tendono a non essere prese sul serio, dal momento che, come già detto, non si perdono soldi veri. C’è anche un altro svantaggio; poiché si opera con soldi non propri, si tende a non seguire il mercato con la stessa costanza, reagendo meno immediatamente rispetto a quando si opera con denaro reale.

Perché fare trading simulato?

Visto e considerato quanto sopra, viene da chiedersi perché i trader principianti dovrebbero quindi fare trading in modalità simulata. Vale veramente la pena aprire un conto demo prima di operare sul mercato reale?

La risposta è sì, a condizione che si sappia come operare in modo consono. Seguendo alcune semplici regole di base si può aumentare sensibilmente l’efficacia di un conto demo.

Consigli principali

La prima regola è di trattarlo come un vero e proprio conto reale, come se il denaro con cui si opera fosse reale. Questo non solo farà fronte al principale ostacolo dei conti demo, ma agevolerà la transizione da conto demo a conto reale, dal momento che le azioni saranno le stesse.

Il trading simulato può sembrare semplice, ma c’è una cosa importante da considerare. Il trading reale comporta tante emozioni, il che può essere positivo, dal momento che le operazioni sono più seguite e focalizzate sul mercato, ma questo può avere anche conseguenze negative.

Nel trading emotivo le emozioni prendono il sopravvento sulla ragione e si tende ad operare senza fare ricerca, finendo così per perdere denaro. Tali emozioni non caratterizzano generalmente il trading simulato su conti demo, proprio per la sua natura, ma fintanto che si tiene ben a mente la differenza, la transizione tra trading demo e reale non potrà che essere di successo.

Un altro suggerimento è quello di imparare il più possibile. Suggeriamo vivamente di fare pratica con il conto demo, leggendo articoli e blog formativi sul mercato che si desidera negoziare. Una volta compreso il funzionamento della piattaforma, il tempo e la pratica ti prepareranno per il mercato reale.

Tuttavia, non possiamo esimerci dal ricordare che qualche ora di pratica non è sufficiente, e potrebbe dare quella sensazione pericolosa di euforia di cui abbiamo parlato prima. Sapere come funziona la piattaforma non è necessariamente indice di sapere come funziona il mercato, sia su macro scala che nelle piccole sfumature. Raccomandiamo di utilizzare il conto demo per qualche giorno, leggendo al contempo materiali rilevanti, per poi iniziare a fare trading a mente fresca.

Infine va sottolineato che il trading non è adatto a tutti. Molte volte le persone si lanciano nel trading, per poi finire con un’amara delusione, senza menzionare la notevole perdita di capitali subita. Raccomandiamo vivamente di aprire un conto demo per fare pratica e usare il “paper trading” come specchio per chiedersi: sono pronto per fare trading? Questo mercato è adatto a me? Se la risposta è sì, è giunto il momento di aprire un conto reale!

Mettiti alla prova aprendo un conto demo gratuito con i migliori broker forex

Broker
Caratteristiche
Inizia
Alvexo Licenza CySEC
Conto clienti protetto
Segnali di trading gratis
apri ora
activtrades Licenza CONSOB, FCA
Protezione conto clienti
Formazione professionale
apri ora
activtrades Licenza CONSOB, CySEC
Conto clienti protetto
Broker ECN
apri ora
plus500 Licenza CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Scarica gli ebook sul trading gratuiti

About Redazione

L'amministratore e proprietario del portale www.solo-forex.com e del Network di Dove Investire è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Forex e Stop Loss

Forex e Stop Loss

Lo stop loss è uno strumento fondamentale per il gestione del trading forex.Grazie allo stop loss è possibile limitare le perdite e chiudere le operazioni sbagliate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.